.STORIA

Il polo bibliotecario consultabile presso il Centro culturale valdese di Torre Pellice è costituito da due biblioteche: la Biblioteca valdese e la Biblioteca della Società di studi valdesi.

La Biblioteca valdese è nata dalla fusione, alla fine dell’Ottocento, fra la Bibliothèque du Collège e la Bibliothèque pastorale. La prima nacque nel 1836, come supporto per studenti e professori del Collegio valdese, istituito a Torre Pellice per interessamento di sostenitori inglesi. La seconda fu fondata nel 1845, come strumento di lavoro per i ministri di culto valdesi.

Quando nel 1889 (secondo centenario del “Glorioso Rimpatrio” dei valdesi) fu costruita la Casa valdese, le due biblioteche furono riunite. Vi confluì anche la Nouvelle Bibliothèque Vaudoise, che si era costituita nell’ultimo quarto dell’Ottocento.
Dal 1993 la Biblioteca valdese è parte integrante della Fondazione Centro Culturale Valdese.
La Fondazione gestisce anche la Biblioteca della Società di studi valdesi, costituitasi alla nascita della Società stessa, nel 1881. L’attività scientifica della Società, in collegamento con numerose società storiche italiane e straniere, ha contribuito fin dall’inizio all’incremento del patrimonio librario anche tramite lo scambio di pubblicazioni.

Approfondimenti

Tra passato e futuro: cent'anni di storia della Biblioteca Valdese di Torre Pellice (I)

Tra passato e futuro: cent'anni di storia della Biblioteca Valdese di Torre Pellice (II)

Robert Potts e i libri per il Collegio Valdese di Torre Pellice

La biblioteca della Società di Studi Valdesi tra il 1881 e il 1915

Vedi
anche

5×1000 e altri modi per sostenere la Fondazione Centro Culturale Valdese